Attracco a Skradin e in bici fino alle cascate di Krka

incoronateSe avete in programma una crociera in barca a vela nelle acque della Dalmazia e avete paura di stancarvi di una settimana di solo mare, potete spezzare il ritmo delle rade notturne attraccando a Skradin per un’escursione nel Parco Nazionale di Krka.

Della settimana in barca a vela trascorsa in acque Croate, oltre al paesaggio lunare delle isole Incoronate – che potrebbe essere un’interessante ambientazione per un sequel di Star Wars – quel che mi ha fatto apprezzare questo angolo di Dalmazia sono le cascate di Krka e ancor di più risalire il fiume per ormeggiare nelle acque dolci di Skradinskradin 2

In realtà per il nostro equipaggio non era poi così semplice stancarsi della vita da lupo di mare. Abbiamo quindi sfruttato la mattinata per fare un po’ di navigazione, inframmezzata da un paio di tuffi e battezzata dall’ormai irrinunciabile rito dell’aperitivo, puntando verso il golfo su cui si affaccia la città di Sibenik, con l’intento di raggiungerla nel primo pomeriggio.

Da lì inizia la risalita del fiume Krka e a circa metà percorso l’attraversamento del lago di Prokljan per poi riprendere la navigazione fluviale alla volta di Skradin. Il paesaggio, che in alcuni tratti può ricordare, secondo qualche membro dell’equipaggio, addirittura quello dei fiordi, è tagliato in due punti – poco dopo Sibenik e poco prima di Skradin – da due maestosi viadotti stradali, scelti come base per lanciarsi nel vuoto dai bungee jumper locali. ponte krka

L’arrivo e l’ormeggio a Skradin nel tardo pomeriggio ci ha offerto un tramonto da cartolina in una cittadina molto vivace e accogliente. Dormire in porto è stata la preziosa opportunità non solo per tornare a gioire dell’acqua corrente ma anche per raggiungere le cascate di Krka il giorno dopo nelle prime ore di apertura del parco. Evitando così l’orda di turisti che già dalle 9,30 comincia ad affollare questo incantevole paesaggio come il parco estivo di una piscina dell’hinterland milanese. bici a krka

Le cascate si trovano a poco più di quattro chilometri da Skradin e sono raggiungibili con una breve crociera in traghetto e, in alternativa, percorrendo a piedi o in bicicletta la strada sterrata che costeggia il fiume. Noi abbiamo optato per il noleggio del velocipede.

E’ veramente impensabile, finché non si raggiungono le cascate, immaginare come il fiume Krka, cascate krka 2che scorre come olio per tutto il suo corso di lì a Sibenik, sveli uno spettacolo così ricco di salti e giochi d’acqua incorniciato dall’abbondante vegetazione del Parco Nazionale a cui dà il nome.

 

Attracco a Skradin e in bici fino alle cascate di Krkaultima modifica: 2016-08-23T00:32:45+00:00da lesenedelase
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento