La mia playlist dell’estate 2016

Chi mi conosce sa che trasformare una playlist nella compilation dell’estate è un vizio che ho sin dai tempi dei podcast su cassettina. summer hits 2016 la sere

Ma chi mi conosce sa anche che uno dei sogni rimasto nel cassetto è animare feste e locali con le mie hits preferite. Un’utopia probabilmente, perché le mie playlist non sempre sono in perfetta sintonia con le classifiche del momento.

Per la sessione estiva del 2016 le delusioni saranno innanzitutto a chi non sa fare a meno di Alvaro Soler, è bene precisare fin da subito che è inutile che cerchi Sofia perché non c’è. Prevedo disapprovazione anche dai fan di Fedez e J-Ax. Interessante l’accoppiata dei rapper italiani e il sound di Vorrei ma non posto, ma non è tra le mie preferite.

E’ Be the One di Dua Lipa a fare da apripista. Nonostante il suo lancio risalga alla scorsa primavera o probabilmente persino all’inverno, è indubbiamente un sound estivo da occhiali da sole.

Wherever I go dei One Repubblic è il sottofondo ideale per il surfista che aspetta le onde con la tavola sotto il braccio contemplando l’oceano.

Insieme ai Red Hot Chili Peppers con le loro Dark NecessitiesForgiveness degli Editors è un ottimo distillato di adrenalina rock. Questo pezzo ricorda gli anni ’80 e anche un po’ David Bowie ed è ideale per mettersi alla guida su un’autostrada deserta, alla faccia dell’esodo estivo. Nota dolente: non piace molto alla mia autoradio, che da qualche giorno salta questa traccia passando direttamente alla successiva. download

I Took a pill in Ibiza (Seeb remix) di Mike Ponser racchiude perfettamente il sound disco degli ultimi anni ed è imprescindibile per una serata ambientata nell’estivo di un locale di tendenza. Seguono la scia disco Ariana Grande con Into You, Imany con Don’t be so shy, Under the influence di Elle King,  Drake con One Dance e, insieme a Rihanna, con Work.

Major Lazer non è niente male con Light It Up, ma non arriverà mai a smentire se stessa andando oltre la performance di Lean On, mia preferita dell’estate 2015.

Nella colonna sonora estiva non possono mancare pezzi dal sapore un po’ retrò come This girl di Kungs vs Cookin’ on 3 Burners, Operator di Lapsley e LP con Lost On You.

Tra le produzioni made in Itay ci sono Ragazza Magica di Jovanotti, Emma con Il Paradiso non esiste, Comunque andare di Alessandra Amoruso, No Hero di Elisa e in vetta si piazzano Ho tanta voglia di infinito dei Selton e Malika Ayane con Blu.

L’indiscutibile forza del talento di Adele merita doppia menzione con Water under the bridge e Send my loveimages

La chiamo playlist e non classifica, perché non saprei dare un ordine né mi interessa, ma indubbiamente la regina dell’estate per me è In Common di Alicia Keys. Quando la radio nei prossimi anni la ripescherà dal passato, sarà questa la hit che con nostalgia mi riporterà all’estate 2016.

La mia playlist dell’estate 2016ultima modifica: 2016-08-07T14:40:31+00:00da lesenedelase
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento