Sindrome da regali di Natale

Non ho mai creduto alla sindrome da regali di Natale. Figuriamoci se comprare quattro regali può far sentire stressati. Sì magari si fanno le cose un po’ di fretta, ma se tutta questa gente che si riduce all’ultimo, avesse almeno le idee chiare di quel che cerca! regali-di-natale

Quest’anno a dicembre ho sentito uno strano spirito addosso, come se qualcuno di sinistro mi pedinasse come un segugio. Del resto tutti questi stravolgimenti in ufficio, è normale che prima o poi avrebbero incominciato a farsi sentire.

La soluzione è dietro l’angolo, basta tener duro qualche giorno e non dare grande importanza a questa specie di freno-a-mano-tirato.

Per i regali mi sono organizzata per tempo, come mio solito. Avevo già la mia check list a metà novembre. Non amo molto fare regali a scadenza predefinita, e quei pochi che faccio devono rigorosamente piacere a chi li riceve. Non a chi li fa.

Non sopporto i posti affollati e fare-quello-che-fanno-tutti-quando-lo-fanno-tutti. Ma quest’anno è l’anno della crisi. E ad inizio dicembre mi si è rotta la Smart. Avevo previsto che mi facesse ancora da carrozza almeno fino a settembre. Ma lei ha pensato bene di abbandonarmi molto prima.

Così ieri, vigilia di Natale, sono andata al Universal Shopping Center. È l’unico centro commerciale che dalle 15 alle 18 della vigilia sconta tutto del 50%. E io alle 9.00 ero già davanti all’ingresso. Ma non sono rientrata a casa prima delle 20.00.

Bilancio della giornata decisamente negativo. Ho litigato per il parcheggio. Ho dovuto pensare in poche ore ad un nuovo regalo per mio fratello. La nuova edizione del dizionario del cinema era esaurita. Ho speso più del previsto. Ho tentato una strada alternativa per evitare il traffico ma mi sono persa.

E oggi, che è Natale, sono a casa con 38 di febbre, senza traccia di raffreddore, tosse o mal di gola.
Se questa non è sindrome da stress da regali di Natale!
L’anno prossimo un bel biglietto per tutti.

Sindrome da regali di Nataleultima modifica: 2017-01-02T22:41:01+00:00da lesenedelase
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento