Per dieci minuti di Chiara Gamberale

Per dieci minuti di Chiara Gamberale è il diario del periodo in cui l’autrice per un mese ogni giorno per dieci minuti fa una cosa che non ha mai fatto. talk-1246941_960_720

A trentasei anni Chiara si trova a sprofondare nel periodo più difficile della sua vita, tutte le sue certezze in meno di un anno sono andate in fumo.

Ha dovuto lasciare la casa d’infanzia, il marito ha scoperto di stare meglio senza di lei e Pranzi della Domenica, la rubrica del settimanale per cui scrive da otto anni, è stata chiusa e sostituita con la posta del cuore curata dalla vincitrice morale del Grande Fratello.

Non avevo niente da perdere: era proprio quello il mio problema. E’ diventata l’occasione per provarci. Cominciare il gioco dei dieci minuti.

Chiara non ha motivo di alzarsi la mattina, è convinta che tutto ciò che poteva succederle nella vita lo ha già vissuto: il grande amore, vivere a Vicarello e scrivere i suoi migliori romanzi. E’ con questa idea che accetta la proposta dalla dottoressa T.: il gioco dei dieci minuti.

Per difendersi dalla solitudine, trasforma l’appartamento preso in affitto con il marito in un’arca di Noè. Non è abituata a pensarsi al singolare, ancor più ora che vive a Roma, città maledetta che continua a contrapporre all’oasi di Vicarello, paese dove ci sono i genitori e la casa d’infanzia. Ospitare altre solitudini non la preserva dal vuoto, le offre però la possibilità di avere la giusta dose di complicità e ispirazione per quei dieci minuti che deve inventarsi ogni giorno.

Così i dieci minuti un giorno, su suggerimento di Giampietro, sono i pancake alla Nutella; un altro, guidata da Ato, sono provare a camminare per la città di spalle; un altro ancora sono imparare a cambiare il pannolino ai figli di Errico e Claudia. Nel frattempo Chiara riprende a sorridere, torna a scrivere e mette all’opera quelle mani, le sue, in cui non ha mai riposto grande fiducia.

La piccola missione quotidiana dei dieci minuti rimette in moto la vita che pian piano inizia ad essere di nuovo piena. Succede quando Chiara si accorge dei luoghi e delle persone di sempre, che ora guarda con più disponibilità e meno senso del bisogno. Ora entra nei negozi sotto casa, cucina dolci, paga bollette, prova a guidare ed è fiera di trovarsi finalmente vis a vis con cose che prima qualcuno ha sempre fatto per lei.

Perché, in effetti, il meglio della vita sta in tutte quelle esperienze interessanti che ancora ci aspettano: con il gioco dei dieci minuti lo sto imparando.

© Riproduzione riservata – Immagini da Pixabay

Per dieci minuti di Chiara Gamberaleultima modifica: 2019-04-24T20:56:12+02:00da lesenedelase
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento