Breve viaggio (o esilio?) a Salò

salo

Non è facile andare in vacanza di questi tempi, ma mai avrei pensato di partire per Salò con le gonfie vele della libera circolazione in zona gialla e ritrovarmi dopo due giorni in esilio in piena zona arancio.  Dopo essermi sentita sommersa da uno strano carpe diem, l’idea era quella di stabilirmi per qualche giorno a Salò e tornare a viaggiare. Del resto il … Continua a leggere

Sommersa da uno strano carpe diem

sommersa

La frenesia ha ripreso terreno nella mia vita e non va bene. Non capisco come, tra smart working e il rischio che ogni settimana si torni in zona rossa o arancio, la mia quotidianità non è cambiata molto. Anzi la zona gialla mi ha regalato qualche occasione di decompressione incluse un paio di fughe sul Monte Pora a camminare nella neve. Eppure da … Continua a leggere

2021 io mi sento un po’ brocca che dici inizio da una filastrocca?

montagna e neve

Presto presto buttiam via il ventiventi e poi il ventuno parte già a rilenti Giorni rossi e giorni arancio col virus che inizio! Sa un po’ di marcio l’un gennaio cielo bianco poi il due che gli scorsi ann non c’ero manco finora ho mangiato, riposato e pure lavorato e letto non libri ma i diari dell’anno passato quante sirene nella città mia rileggo … Continua a leggere

7 motivi per non lamentarmi del 2020

specchio neve

Se il 2020 rimarrà tristemente noto per il Coronavirus e una lunga scia di limitazioni, disgrazie e occasioni perse, per fare il mio bilancio di fine anno ho pensato ad almeno 7 motivi per non lamentarmi di questa annata funesta.  Il 2020 è iniziato più o meno come sempre: un breve viaggio, poi il rientro, i sabati a camminare nella neve … Continua a leggere

L’esercizio dello stupore

nuvole min

L’esercizio dello stupore viene da un corso di scrittura autobiografica che ho fatto in questi giorni. Pensando a cosa crea in me quella meraviglia improvvisa che illumina gli occhi e fa diventare il viso un sole sorridente, mi sono resa conto di quanto stupore c’è nella mia vita e me ne dimentico. Lo stupore è venuto a trovarmi anche in questo anno … Continua a leggere

Aggiornamenti da “lock-town”

locktown

Cara Serena, cara me stessa nella versione prima dell’epoca del #iorestoacasa, è tornato il momento di scriverti da “lock-town”. Da due settimane è scattato il lockdown2, non è il deserto di chiusura totale che abbiamo vissuto a marzo-aprile-maggio e le regole non sono uguali per tutta Italia, ma qui in Lombardia siamo in zona rossa, ovvero nel regime più restrittivo.  La novità è che, in … Continua a leggere

Del “Ci risiamo!” e dei miei fantasmi su un nuovo lockdown

lockdown 2

Cara Serena, cara me stessa nella versione prima dell’epoca del #iorestoacasa, torno a scriverti perché molto probabilmente il coronavirus fra poco ci mette di nuovo in lockdown. Siamo già al coprifuoco alle 23, bar e ristoranti aperti fino alle 18 e totale chiusura di palestre, cinema e teatri. Con le autorità che raccomandano di muoversi solo per necessità è presto detto che ci risiamo!  … Continua a leggere

Finito lo smart working torna la vita di sempre e allora cos’è cambiato?

nuvola e montagna

Con il rientro in ufficio la mia vita ha ripreso ad essere più o meno quella di prima. Potrei quasi convincermi di essermi infilata in un tunnel a metà marzo ed esserne uscita come se nulla fosse a metà settembre. So che non è così ma è strano che ora affiori un senso di delusione.  A metà settembre sono tornata più o meno dov’ero … Continua a leggere

Ciao estate! Giornata on the road in Valtènesi

molo padenghe

Se ripenso a giugno 2020, il mese in cui ho traslocato con lo smart working sul lago di Garda, mi rendo conto che la mia mente non sa guardare né avanti né indietro. Prima era terrorizzata dal vuoto che avrebbe lasciato questa esperienza e poi se ne è sbarazzata fin troppo in fretta. Così qualche giorno fa le ho teso una trappola: per salutare … Continua a leggere

La lezione della montagna

sentiero 65 ovest Cervinia miniatura

Negli ultimi anni la montagna compare inaspettatamente tra i miei luoghi e sembra un richiamo, quasi un’esigenza più che un semplice desiderio. Fino a poco tempo fa non avevo dubbi: alla montagna ho sempre preferito le masse d’acqua. Di recente però camminare in montagna è una lezione di libertà ed essenzialità che altri luoghi non hanno saputo darmi.  So ancora poco della montagna, pur avendola … Continua a leggere