L’addio a Saint-Kilda di Éric Bulliard

addio sait kilda

L’addio a Saint-Kilda di Éric Bulliard è un romanzo storico che racconta l’esodo degli ultimi abitanti di un piccolo arcipelago al largo della Scozia.  Vite che dipanavano qui la loro fragilità, lentamente, al ritmo delle stagioni e di un ciclo che dovevano immaginare infinito, pare di sentirle ancora, qui, tutto intorno. Saint-Kilda è un gruppo di isole disperso nell’Atlantico. Cinquanta miglia ad ovest delle … Continua a leggere

Di luoghi, smartworking e viaggi

cielo

Se mi chiedete cosa c’è in comune tra zone rosse, smartworking e viaggi io vi dico che la voglia di viaggiare e il dover stare a casa sono due realtà molto distanti ma entrambe hanno a che fare con il modo di vivere i luoghi.  È strano scrivere di viaggi oggi che di nuovo siamo chiusi in casa per contenere la pandemia … Continua a leggere

Sommersa da uno strano carpe diem

sommersa

La frenesia ha ripreso terreno nella mia vita e non va bene. Non capisco come, tra smart working e il rischio che ogni settimana si torni in zona rossa o arancio, la mia quotidianità non è cambiata molto. Anzi la zona gialla mi ha regalato qualche occasione di decompressione incluse un paio di fughe sul Monte Pora a camminare nella neve. Eppure da … Continua a leggere

L’esercizio dello stupore

nuvole min

L’esercizio dello stupore viene da un corso di scrittura autobiografica che ho fatto in questi giorni. Pensando a cosa crea in me quella meraviglia improvvisa che illumina gli occhi e fa diventare il viso un sole sorridente, mi sono resa conto di quanto stupore c’è nella mia vita e me ne dimentico. Lo stupore è venuto a trovarmi anche in questo anno … Continua a leggere

Finito lo smart working torna la vita di sempre e allora cos’è cambiato?

nuvola e montagna

Con il rientro in ufficio la mia vita ha ripreso ad essere più o meno quella di prima. Potrei quasi convincermi di essermi infilata in un tunnel a metà marzo ed esserne uscita come se nulla fosse a metà settembre. So che non è così ma è strano che ora affiori un senso di delusione.  A metà settembre sono tornata più o meno dov’ero … Continua a leggere