Terza parola chiave del viaggiare da soli: luoghi

viaggiare soli _ luoghi

Continuando le mie riflessioni sul viaggiare da soli, se mai assumessero davvero la forma di un libro, dopo decidere e concedersi, la parola chiave del terzo capitolo sarebbe: luoghi. Il viaggio per me è principalmente un modo per sperimentarmi in un luogo diverso da quelli in cui sono abituata a muovermi.  Quel che cerco e che mi arricchisce di più in un’esperienza di … Continua a leggere

Cervinia e il gusto del ritorno in luoghi già visti

Cervinia e il gusto del ritorno nei luoghi

Mentre ero a Cervinia riflettevo su come in questa estate 2021 tra Braies, Levanto, le Cinque Terre e Cervinia il tema dei miei viaggi sembra essersi fissato sul ritorno a luoghi già visti. Non è una novità che i miei ritmi siano sfasati rispetto alle tendenze emergenti, così in un’estate che sembrava concedere vedute più ampie di quella precedente io ho fatto scelte … Continua a leggere

Cartolina da Cervinia

Cervinia_foto credit La Sere

Quest’anno ho deciso di scrivere un post mentre sono in viaggio e visto che ora sono a Breuil Cervinia ecco la mia cartolina da Cervinia. Dunque, vediamo, di solito in una cartolina si scrive …  Innanzitutto qualcosa di bello sul luogo. Di Cervinia mi piace il suo essere al di sopra del mondo, qui si è già in alta montagna, ben … Continua a leggere

Secondo step per viaggiare da soli: concedersi

viaggiare soli _ concedersi

Tornando all’ipotesi di mettermi a scrivere un libro sul viaggiare da soli, il titolo del secondo capitolo sarebbe: concedersi. Il motivo per cui viaggio da sola è essenzialmente per concedermi delle esperienze. Se viaggiare è trascorrere del tempo in luoghi, situazioni e ritmi diversi da quelli di tutti i giorni, viaggiare da sola per me è spremere al massimo questa … Continua a leggere

Decidere: il primo passo per viaggiare da soli

viaggiare soli _ decidere

Se dovessi scrivere un libro sul viaggiare da soli il titolo del primo capitolo sarebbe: decidere. Lo scriverei per raccontare la mia esperienza a chi è in quella fase del vorrei ma non posso, in sostanza a chi non riesce a decidere. Se penso alla me stessa del 2015 o 2016 so che mai avrei pensato di mettermi in viaggio … Continua a leggere

Braies, Misurina e le Tre Cime di Lavaredo

3 cime Lavaredo

A volte fatico a riconoscermi, mi sono sempre ritenuta di indole acquatica: d’inverno chiudo la giornata in ammollo nella vasca da bagno e appena fa caldo vado in cerca dell’abbraccio acquoso del mare o del lago. Dell’acqua mi piace la capacità con cui annulla il peso della gravità e restituisce al corpo una leggerezza inaspettata. L’acqua avvolge saldamente e accarezza dolcemente, … Continua a leggere

Viaggio in Liguria: Levanto

Levanto

Non posso chiudere il racconto di questo viaggio senza dedicare un post a Levanto. Sono tornata qui d’estate non solo per rivedere con più calma le Cinque Terre, ma anche per immergermi nella vivacità e tranquillità di Levanto, atmosfera che ad ottobre 2020 avevo potuto solo intravedere.  Dico vivacità e tranquillità perché Levanto riesce ad essere entrambe le cose. La … Continua a leggere

Viaggio in Liguria: le Cinque Terre

Manarola

Dopo Portovenere mi sposto a Levanto. È un’ora scarsa di viaggio su morbide strade avvolte da un verde abbondante, e non so forse perché pioviggina nella mezza giornata di operazioni di check-out e check-in ammetto di aver pensato che i giorni a Portovenere potevano bastarmi per dire a me stessa che sono stata al mare, ho ripreso a viaggiare e mi … Continua a leggere

Viaggio in Liguria: Portovenere

Portovenere

Se a Peschiera del Garda ho ritrovato il senso di libertà che dà prendere le distanze da casa dopo mesi di smart working e lockdown, Portovenere è la prima vera tappa di viaggio, di mare e d’estate del 2021.  Già l’inizio della discesa dall’unica strada che lì finisce per poi tornare indietro, presenta quel che è Portovenere nel suo insieme: un fronte di … Continua a leggere

A Peschiera del Garda in cerca di una boccata d’acqua

Peschiera p Voltoni

Finalmente ho riaperto la valigia e mi sono messa in viaggio. È stato solo per pochi giorni ma quel che cercavo l’ho trovato: avevo bisogno di una boccata d’acqua. In questi mesi di smart working e zone rosse o arancio più che l’aria mi è mancata l’acqua. L’acqua alleggerisce perché tiene a galla le cose o le trascina via con la … Continua a leggere