Déjà vu estivo nell’autunno di Levanto

Levanto mare

Quando arrivi a Levanto non puoi ignorarlo, il mare ti si piazza subito lì davanti come una sfacciata provocazione. Se vieni dalla Via Aurelia al bivio per Levanto scendi per qualche chilometro ancora avvolto da una vegetazione abbondante e selvaggia poi poco prima della frazione di Montale ecco il mare, ti si apre lì di fronte con la sua la V blu … Continua a leggere

Meraviglie della Valtournenche quando la gambe chiedono tregua

lac Bleu mini

Sette giorni in montagna non possono coincidere, almeno per me, con sette giorni di trekking. Quel che più mi porta in giro è l’entusiasmo, però l’entusiasmo se ne frega di fin dove arrivano le gambe, così il riposo in Valtournenche ho dovuto ogni tanto impormelo andando a caccia di itinerari alla portata dei più pigri.  Sono arrivata a Breuil-Cervinia di nuovo con quella … Continua a leggere

Il richiamo del Cervino

Cervino e nuvole

Si dice vedi Napoli e poi muori, ma quando vedi il Cervino non lo molli più. Non è come gli altri posti che una volta visto te ne vai e pensi alla prossima destinazione, quando volti le spalle al Cervino poi ti giri almeno una volta per vedere se è ancora lì, e una seconda per vedere se ha una luce … Continua a leggere

Viaggio a Tolone: la rada del Porto e il Monte Faron

Fort St Luis Tolone

Inseguendo la mia passione per l’acqua e il fascino di guardare le cose all’alto, a Tolone ho scoperto due idee per mettere a fuoco la città nel suo complesso: il giro della rada del porto e la salita al Monte Faron. Quando sono in un posto di mare cerco sempre un’occasione per salpare dalla terraferma. Qui non è poi così difficile, da Quai … Continua a leggere

Viaggio a Tolone: una città che si scopre solo attraverso i suoi chiaroscuri

partita a carte Tolone scultura

Attraversata nel buio di un tardo pomeriggio di inizio gennaio Tolone dà l’idea di essere arrivati tardi. A quest’ora la città ha già dato il meglio di sé e aspetta solo di abbassare le serrande sulle poche vetrine che illuminano vie deserte. Il 2020 inizia facendo la valigia per una località di cui so poco o nulla. Volevo ripetere più o meno la Nizza dello scorso … Continua a leggere

Viaggio a Edimburgo: la casa di John Knox e il People’s Story Museum

Edimburgo High Street

Edimburgo vuole farmi tastare un po’ del suo lato british da pozzanghere e piedi inzuppati. E’ l’ultimo giorno e già attraversando il giardino del campus per andare a far colazione capisco che oggi c’è poco da stare all’aria aperta. Intorno al Pollock Halls il paesaggio è avvolto da nuvole basse e nebbia, la cima di Arthur Seat non si vede, difficilmente riuscirò di nuovo … Continua a leggere

Viaggio a Edimburgo: il Royal Yacht Britannia

Royal Yacht Britannia 1

Anche questa mattina il cielo di Edimburgo si presenta per lo più grigio, ma se ha retto ieri, non vedo perché oggi dovrebbe pensare di fare scherzi. E’ domenica e in attesa della messa faccio due passi sulla ciclopedolane Silent Railway in cerca del Duddingston Loch.  Un laghetto che si trova nell’enorme parco che risponde anch’esso al nome Duddingston e distende il suo verde … Continua a leggere

Viaggio in Bretagna: il castello di Fougéres

Fougères castello 3

E’ deciso oggi si va al Castello di Fougéres. Incerta tra i menhir di Carnac o Port Aven – paese che sa di impressionisti, mulini e biscotti – alla fine opto per un giro nell’entroterra.  A colazione rivaluto decisamente Le Branhoc Hotel. Ieri, il primo impatto con lo stile un po’ vintage di moquette e stanze con manopole rotonde, mi riportava in quei motel americani un … Continua a leggere

Viaggio in Bretagna: Auray e un primo assaggio di terra bretone

Auray - galleria arte

Dopo la Nizza di gennaio, eccomi di nuovo in Francia. Sulla mappa l’indice questa volta è caduto un po’ più a nord e ha scelto la Bretagna. Sto per iniziare il mio secondo viaggio on the road da sola, primo all’estero con un’auto a noleggio. Decollata in tarda mattinata da Malpensa, nel primo pomeriggio, sono già al volante col navigatore impostato … Continua a leggere

Viaggio a Nizza: dal Museo di Chagall alla Vieux Nice

Nizza finestra liberty

L’incipit di oggi a Nizza è prettamente artistico, uscita dall’hotel giro le spalle alla direzione mare e vado verso nord, poco oltre la stazione prendo le scale del quartiere Cimiez e seguo le insegne per il Museo del Messaggio Biblico di Marc Chagall.  In tutto sono poco meno di due chilometri a piedi, modo per scoprire un altro pezzo di città e vaga illusione di smaltire qualche … Continua a leggere