Viaggio a Madera: un giornata (grigia) sull’isola di Porto Santo

Porto Santo - molo

Se i Portoghesi del continente sognano Madera, chi sta a Madera sogna Porto Santo. E così stamattina ci siamo alzate molto presto e alle 8 in punto siamo pronte a salpare per l’isola dalle spiagge dorate a nord di Madera.   Per raggiungere l’imbarco dobbiamo percorrere tutto l’uncino della banchina del porto di Funchal, il porto principale di Madera. E’ gigantesco e forse … Continua a leggere

Viaggio a Madera: da Câmara de Lobos a Ponta do Sol

Camara de Lobos - porto

A pochi mesi dal mio viaggio a Porto di nuovo mi trovo in terra lusitana. Ieri io e mia cugina Benedetta siamo arrivate a Madera, un piccolo e appuntito paradiso verde che buca le acque dell’oceano Atlantico tra l’Europa e l’Africa, meglio noto in tutto il mondo come Madeira, il suo nome in lingua portoghese.  La nostra giornata inizia con colazione a … Continua a leggere

In treno da Bad Gastein a Bolzano pensando alla Croazia di Rebecca West

Stazione OBB Creifenburg - Weissensee Austria

Sono partita da Bad Gastein come se fossi in fuga. Per stamattina l’intenzione era di alzarmi per tempo e fare le cose con calma, ma tra il dire e il fare non si sa come la sveglia è suonata esattamente un’ora dopo le previsioni.  Così al binario ci sono arrivata col fiatone e giusto in tempo per la staffetta di treni con … Continua a leggere

Viaggio a Bad Gastein: un giro per Bad Hofgastein e Dorfgastein

Dorfgastein kneippanlage

Il problema di quando sei in montagna è cosa si fa quando piove. Ieri sera qui ha iniziato a piovere e stamattina ci sono dei nuvoloni non molto simpatici.  E’ il mio ultimo giorno a Bad Gastein e, dando per scontato il bel tempo, l’idea era di gironzolare ancora un po’ a piedi per il paese. Tra le escursioni suggerite dal … Continua a leggere

In treno fino a Bad Gastein

fiume Tagliamento

La primavera fa venire voglia di abitare il mondo come un grande spazio aperto e luminoso e sapendo che d’improvviso, a un certo punto finito l’inverno, sento il bisogno di prendere e andare, eccomi pronta per Bad Gastein.  E’ il mio primo viaggio in Austria e l’ho costruito mettendo soggiorno e spostamento quasi sullo stesso piano. Sono partita alle 10.00 … Continua a leggere

Premio Bergamo 2018 Biondillo stravince ma si sente parte di una cinquina DOC

Biondillo finale premio BG 2018

Come sugli alberi le foglie di Gianni Biondillo è il vincitore della 34ma edizione del Premio Bergamo. E se si guardano i numeri non è una vincita, è una stravincita. Il libro ha ottenuto 78 voti sui 203 espressi e stacca di ben 34 punti il secondo posto assegnato a La notte ha la mia voce di Alessandra Sarchi. Eppure l’autore … Continua a leggere

Ho sposato una vegana di Fausto Brizzi

heart-194542_1280

Ho sposato un vegana di Fausto Brizzi è il racconto autobiografico della sofferta iniziazione al mondo vegano a cui il regista italiano si è sottoposto per amore di Claudia Zanella, la donna che è diventata sua moglie.  Tra il liberatorio e l’ironico Brizzi ricostruisce un susseguirsi di episodi al limite dell’assurdo e molto lontani da una vita di coppia e sociale … Continua a leggere

Gli sdraiati di Michele Serra

person-802090__340

Gli sdraiati di Michele Serra è il ritratto che un padre fa del figlio, cercando di definire e comprendere quella che sembra essere una nuova tipologia di generazione.  Gli sdraiati sono ragazzi che vivono in uno stato di perenne autismo, nell’assenza e indifferenza di qualsiasi cosa, persona o paesaggio li circondi, perché chiusi in un sonno ben ovattato da cuffie e … Continua a leggere

La distrazione di Dio di Alessio Cuffaro

labyrinth-1738043_960_720

La distrazione di Dio di Alessio Cuffaro è la storia di Francesco Cassini e del suo continuo morire e trovarsi ad abitare vite altrui.  Terzo ed ultimo figlio di un povero falegname di Torino, Francesco è un bambino che non ama incertezze e risposte sbadate, lui vuole scoprire il funzionamento delle cose. A scuola se la cava molto bene, studia … Continua a leggere

La lettrice scomparsa di Fabio Stassi

books-2596809__340

La lettrice scomparsa di Fabio Stassi è la storia di un insegnante precario che intraprende l’attività di biblioterapeuta.  Il protagonista e narratore è un auto ritratto di fallimento. Vince Corso, laureato in Letteratura e abilitato a pieni voti all’insegnamento delle materie letterarie, è reduce da un patchwork di incarichi nelle scuole secondarie di Roma e provincia e si ritrova in una graduatoria … Continua a leggere