Buoni propositi in attesa del Natale

È già Natale, che fatica! Inizia un tempo in cui bisogna accelerare ulteriormente il passo, del resto è così ogni volta che si avvicinano giorni di festa. Se penso al Natale immagino più cose da fare e tanta fretta. Sento già dire Presto, se no poi arriva Natale! Presto, se no poi si va dopo le Feste... E alla fine al giorno di Natale si arriva sempre di corsa e stressati. Ma che senso ha vivere un periodo di festa se prima bisogna impazzire? buoni propositi Natale 2021 (2)

Io quest’anno il Natale lo stavo prendendo in contropiede molto più del solito. Oltre a quel vago sentimento che per il Natale non ci si sente mai pronti, la novità per me è una dieta assolutamente rigorosa. Ad inizio 2022 dovrò fare un piccolo intervento per togliere la cistifellea, quindi zero grassi, zero uova e niente cioccolato.

E allora, se non posso mangiare senza pensieri che Natale mi aspetta? Ormai al supermercato cammino a testa bassa, quasi dovessero crollarmi addosso montagne di cioccolatini, panettoni, spumanti. Una provocazione che mi fa sentire esclusa dal Natale. E mi chiedo: aspetto il Natale solo per mangiare?

Per certi versi sì. Grazie alla cucina di mia madre nella nostra famiglia siamo abituati a mangiare molto bene, per lei cucinare è un gesto di accoglienza e per noi sedersi a tavola in compagnia equivale al senso del Natale, ovvero per noi è un giorno in cui tutto si ferma solo per stare insieme.

Ma Natale per me dovrebbe essere anche un’occasione di gratitudine e rinnovamento. Natale è la festa dei bambini e di chi è credente, così dicono. La fede mi insegna che a Natale nasce Gesù Bambino, ma in concreto cosa vuol dire? Queste feste – il Natale, la Pasqua, il Ferragosto – sono delle tappe che scandiscono il passare del tempo di ogni anno, impongono una sosta e creano un’attesa. Si attende e ci si ferma, si riposa, si sta con i propri cari, si prega e ci si scambiano auguri. Natale dovrebbe essere speranza e gratitudine. Si spera e ci si augurano cose buone per il futuro. Si è grati per ciò che è ed è stato.

Questi devono essere i miei motivi per attendere il Natale sin da ora, senza aspettare. In giro si vedono presepi e addobbi già da metà novembre, quest’anno c’è già una gran voglia di Natale! Non devo pensare al Natale come fatica o rinuncia, Natale è una nuova occasione, un breve ma piacevole lockdown per sollevare la testa dal fare di tutti i giorni.

A dicembre si guarda all’anno che è stato e ogni anno porta pensieri e fatiche. Io non mi sono fatta mancare nulla tra lavoro e università, e questo piccolo malessere alla cistifellea a volte è snervante e fastidioso. Ma dopo il 2020 e la pandemia, soprattutto per come l’abbiamo vissuta qui a Bergamo, penso che ogni anno, anzi ogni momento di festa, sia semplicemente una grande ricchezza che va vissuta.

E allora pronti per il Natale, nei prossimi giorni mi dedicherò anch’io a presepio e addobbi, farò la lista dei regali, andrò in biblioteca a cercare qualche lettura e film di Natale e mi allenerò a sublimare la voglia di panettone e cioccolato!

 © Riproduzione riservata – photo credit Kristina Paukshtite da Pexels.com

Buoni propositi in attesa del Nataleultima modifica: 2021-11-30T22:49:48+01:00da lesenedelase
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento