Vagabonding. L’arte di girare il mondo di Rolf Potts

Vagabonding. L’arte di girare il mondo di Rolf Potts è un saggio filosofico e pratico sul viaggio indipendente per chi parte col desiderio di scoprire il mondo in una dimensione di libertà, avventura e continua sperimentazione di sé.

Heller Garden particolare folletto

È un atteggiamento, un interesse amichevole verso la gente, i luoghi e le cose, che fa di una persona un esploratore nel senso più vero e più pieno del termine.

Lasciandosi alle spalle i ritmi di vita, i preconcetti e le ideologie che ci rassicurano quando siamo a casa, in viaggio si scopre davvero qualcosa nel momento in cui si sgretolano le idee che ci eravamo fatti di un luogo e di noi stessi prima di partire.

Il vagabonding non è una posa, un’ideologia o una forma di anticonformismo, ma una scelta personale di conoscenza e apprendimento. Non mira ad accumulare ossessivamente visti sul passaporto o a restare fuori dai circuiti di interesse turistico, ma a muoversi in libertà lasciandosi guidare da creatività e ispirazione.

Imparerete a improvvisare le vostre giornate, a dare una seconda occhiata a tutto ciò che vedete e a non farvi ossessionare dai programmi di marcia.

Secondo Potts la condizione ottimale per il vagabonding è avere a disposizione un periodo di tempo lungo – almeno sei settimane – così che il viaggio non sia vissuto come un accessorio, una breve parentesi di fuga e soprattutto non resti chiuso nella bolla di sogno vago realizzabile solo per chi se lo può permettere.

Nella filosofia del vagabonding il viaggio aiuta a riscoprire la dimensione del tempo e il valore del denaro. Dedicare una buona dose della propria esistenza al viaggio è una scelta consapevole di vita, una prospettiva realizzabile per chi sa fare dei sacrifici e costruire nella vita di tutti i giorni le condizioni che permettono di mollare tutto per un po’.

Il livello di reddito non ha mai determinato la libertà di andarsene in giro per il mondo, che si conquista invece con la semplicità, ovvero decidendo in maniera consapevole come usare il reddito di cui si dispone.

In questo piccolo manuale Potts riunisce gli elementi di pensiero consigli pratici per mettersi subito in viaggio utilizzando la prospettiva del Vagabonding. Utilizzando le sue esperienze fornice idee su come gestire una lunga pausa nell’ambito lavorativo o quando è bene accettare un’offerta di ospitalità o ancora quali precauzioni per muoversi in sicurezza. Mostra così che il viaggio alle proprie condizioni è un cammino possibile e affascinante. Nel testo tra un capitolo e l’altro inserisce poi voci di altri viaggiatori e i profili di Walt Whitman, David Henry Thoreau, Ibn Battuta e altri grandi che del vagabonding hanno tracciato la strada.

 © Riproduzione riservata – Immagini de La Sere

Vagabonding. L’arte di girare il mondo di Rolf Pottsultima modifica: 2020-06-18T23:58:43+02:00da lesenedelase
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento