La testa perduta di Damasceno Monteiro di Antonio Tabucchi

Porto - vista del fiume Douro

La testa perduta di Damasceno Monteiro di Antonio Tabucchi è una storia noir che inizia col macabro ritrovamento di una testa decapitata. A trovarla, nel Parco Municipale in cima alla collina della città di Porto, è uno zingaro, il Manolo, e a ricostruire la verità dei fatti è Firmino, un giovane giornalista dell’Acontecimento, testata giornalistica della città di Lisbona.  E’ un agosto degli anni … Continua a leggere

Viaggio a Porto: dalla casa di Guerra Junqueiro a piazza Infante Dom Henrique

Porto logo rivista shopping

L’ultimo giorno a Porto è dedicato a luoghi in cui sinora sono stata solo di passaggio. Fuori piove, tanto per cambiare, ma oggi pesa di meno, un po’ ci ho fatto il callo e un po’, rispetto alle piogge abbondantissime previste dal meteo, questa pioggerellina è un lusso.  Ieri sera dopo una cena sprint in ostello e sono uscita con il libro … Continua a leggere

Viaggio a Porto: dall’oceano alla torre Dos Clerigos

IMG-20180125-WA0007

E fu sera e fu mattina ed è già il terzo giorno a Porto. Oggi è deciso: si va al mare, anche se il cielo non è d’accordo. Come da previsioni pioviggina ed è tutto grigio, ma non posso tornare a casa senza aver visto l’oceano, perché è qui in Portogallo, sulle spiagge dell’Alentejo e dell’Algarve che me ne sono innamorata nell’estate 2014 … Continua a leggere

Viaggio a Porto: dal mercato Bolhão alla Ribeira

Ribeira case 2

Il secondo giorno a Porto mi sveglio con la speranza che splenda il sole. E’ un’illusione, piove ancora e le previsioni confermano pioggia più o meno intensa per i prossimi due giorni, esattamente la durata del mio soggiorno.  Il mio pied-à-terre è il Best Guest Porto Hostel. L’ostello è la soluzione ottimale per pochi giorni. Vado e vengo quando voglio e se mi stanco di andare a … Continua a leggere

Viaggio a Porto: dal ponte Luis I alla libreria di Harry Potter

Livraria Lello Porto

Il 2018 inizia con un viaggio a Porto. Non male come incipit d’anno, certo però mettersi in viaggio a gennaio è meno semplice che d’estate, la valigia ha più strati e deve combaciare con il regime bagaglio a mano Ryanair, sempre più un rebus per chi cerca di schivare abilmente tutti gli extra-priority-fast & co.  Il vero banco di prova però … Continua a leggere