Io e te di Niccolò Ammaniti

Io e te di Niccolò Ammaniti è un romanzo che racconta l’incontro tra due fratellastri. Lorenzo sa di Olivia solo ciò che sente dai commenti dei genitori finché un giorno si ritrova faccia a faccia con lei in cantina, rifugio che entrambi hanno scelto per estraniarsi dal mondo.

io e te

E improvvisamente ho visto la cantina. Buia. Accogliente. E dimenticata.

A quattrodici anni per Lorenzo il mondo è perfetto se abitato da mamma, papà e nonna Lara. Per il resto ci sono semplicemente gli altri, coetanei con i quali si sforza di parlare per dimostrare alla mamma di essere come loro e soprattutto per essere lasciato in pace.

Olivia ne ha ventitré e di lei Lorenzo, voce narrante del libro, sa che mette di cattivo umore papà: quando si fa viva chiede soldi e per un periodo volevano mandarla in Sicilia, con dei preti, chiusa in un bel posto pieno di alberi da frutta, orti e cose da fare.

Da quello che avevo potuto capire, Olivia era pazza. Faceva finta di fare la fotografa ma combinava casini.

Un giorno Lorenzo annuncia alla mamma l’invito a Cortina per una settimana bianca da trascorrere con alcuni compagni di classe. É una bugia, in realtà si sono organizzati senza di lui. Ma lui pretende tuta, scarponi e sci nuovi e la mattina della partenza si fa lasciare poco lontano dal ritrovo. Sale sull’autobus e torna a casa. Si è organizzato per stare chiuso nei sotterranei del palazzo insieme a Playstation, merendine e crema autoabbronzante da spruzzarsi in faccia e sulle mani.

Anche Olivia è in cerca di un posto dove disintossicarsi dalla droga, come Lorenzo ha bisogno di assentarsi dalla realtà. Lui si prende una pausa dalle aspettative altrui, Olivia dalla dipendenza. Non sanno però di aver scelto lo stesso luogo: la cantina del palazzo dove Lorenzo abita con i genitori.

Lorenzo e Olivia inizialmente si contendono la cantina arredata con i mobili di una casa che il padre ha comprato. Poi ci convivono restando ognuno nella sua bolla: Lorenzo ascolta musica, gioca e mangia; Olivia sta male e cerca di dormire. Ma sono curiosi e il reciproco disinteresse presto si trasforma in incontro e accudimento reciproco. Nasce una piccola alleanza suggellata dalla promessa di rivedersi.

Io e te?
– Sì -. Ha fatto un tiro della sigaretta. – Io e te.

© Riproduzione riservata – photo credit Tobias Bjørkli da Pexels.com

Io e te di Niccolò Ammanitiultima modifica: 2021-10-08T19:35:06+02:00da lesenedelase
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento