La balena alla fine del mondo di John Ironmonger

balena alla fine del mondo

La balena alla fine del mondo di John Ironmonger è un romanzo ambientato in Cornovaglia, in un piccolo villaggio immaginario che riesce a fronteggiare gli effetti di una pandemia grazie alle intuizioni di un giovane programmatore in fuga da Londra.   Era passato da funzionario relegato alla scrivania nell’angolo buio di una banca della City a eroe di una minuscola comunità a centinaia … Continua a leggere

Atlante delle case maledette di Francesco Bianconi

atlante case maledette

Atlante delle case maledette di Francesco Bianconi è un romanzo in cui il protagonista si racconta attraverso le quattordici case e i quattro disimpegni in cui ha vissuto.  Ognuna delle forme architettoniche che ho scelto, sia esso Disimpegno o Casa vera e propria, è a suo modo una casa infestata. Dimitri è uno scrittore di quarantotto anni costretto in casa dall’ennesimo lockdown imposto dal … Continua a leggere

La mia playlist dell’inverno 2022

playlist inverno 22

La prima playlist musicale del 2022 si apre con Alesso & Katy Perry con When I’m gone e Seta di Elisa.  Nel Made in Italy ci sono Alessandra Amoruso con Canzone inutile, Scatola di Laura Pausini, La primavera di Jovanotti e Marco Mengoni ft. Madame con Mi fiderò. Nei ritmi pop ci sono Maroon 5 con Lovesick , NEIKED, Mae Muller, Polo G con Better days, Sting … Continua a leggere

Quel luogo a me proibito di Elisa Ruotolo

luogo a me proibito

Quel luogo a me proibito di Elisa Ruotolo è un romanzo in cui una donna racconta la storia del suo sentirsi esclusa dall’amore.  Ragionavo su ogni millimetro della mia emotività e la tenevo a freno, temendo di perdere quell’innocenza che avevo scelto prima ancora di capire se mi riguardasse. Una donna senza nome di un paese della provincia di Napoli cresce nella conferma della … Continua a leggere

Un’altra parola chiave del viaggiare da soli è: qui

qui (2)

Tornando alle mie riflessioni sul viaggiare da soli, un’altra parola chiave è: qui. Viaggiare è un continuo muoversi e fermarsi e ci si ferma se si trova un posto dove stare, e questo posto si chiama qui.  In questi giorni sto cercando di assolvere i debiti formativi previsti dalla recente iscrizione all’università e la spontaneità con cui prendo posto in un’aula con studenti che hanno vent’anni abbondanti in … Continua a leggere

É un buon inizio?

chi ben comincia

Il primo post dell’anno è spiazzante come l’inizio di un anno nuovo. Gli inizi mi mettono in difficoltà. Sarà diffidenza, prudenza o pigrizia, ma nella mia indole c’è sempre stato il lasciare che a iniziare siano gli altri. Lo scatto di entusiasmo di solito me lo riservo per un secondo tempo. Gli inizi sono così carichi di aspettative che sembrano facile … Continua a leggere

Così saluto l’anno 2021

saluto al 2021

È l’ultimo giorno dell’anno e sono di nuovo qui seduta davanti al pc, ma non voglio che il 2021 se ne vada senza pensare a come posso salutarlo.  Saluto il 2021 prima di tutto per lasciar andare le fatiche e le insidie del lavoro. In più di un post ho raccontato quanto mi hanno messo alla prova quest’anno l’isolamento dello smart working, un … Continua a leggere

Perché scrivo recensioni di libri

perche recensisco libri

Negli ultimi mesi ho potuto dedicare meno tempo del previsto a libri e recensioni, e mi sono resa conto che questo tipo di scrittura mi è mancata. Recensire un libro per me equivale a condividere un’esperienza e allo stesso tempo rinsalda il legame che con il libro si è creato durante la lettura.  Più leggo e più ho la conferma che … Continua a leggere

La mia cover playlist di Natale

cover playlist natale

Di questo tempo di attesa mi piace la radio che lancia cover di canzoni natalizie, ho pensato di selezionare quelle che preferisco e scrivervi la mia cover playlist di Natale.  Inizierei con Michael Bublé, voce per eccellenza delle canzoni di Natale, si potrebbe quasi dire che non c’è pezzo natalizio che non ha una sua cover, di lui scelgo It’s Beginning to Look a Lot Like … Continua a leggere

Terra di nessuno di Philip Dröge

terra di nessuno

Terra di nessuno di Philip Dröge è un saggio storico sulla regione del Moresnet nel periodo in cui non fu annessa ad alcuno Stato.  Il territorio tra le due linee è di entrambi gli Stati e perciò, al tempo stesso, di nessuno dei due. Nel 1816 il Congresso di Vienna ridefinisce i confini di alcuni paesi europei, ma tra Paesi Bassi … Continua a leggere